Connect with us

Provincia

Bergamo, contagio come il 5 marzo (prima della tragedia)

Published

on

Bergamo contagio

BERGAMO — Un salto indietro al 5 marzo scorso: le cifre del contagio da coronavirus a Bergamo e provincia oggi sono molti simili a quelle dei giorni antecedenti al lockdown.

E purtroppo, sono praticamente identiche anche le condizioni. Con le persone in giro tranquillamente, come se la minaccia fosse irreale e lontana.

I numeri di sabato 23 maggio non sono per nulla buoni. I contagiati in Bergamasca sono il doppio rispetto a ieri. Secondo quanto reso noto da Regione Lombardia, nella nostra provincia si registrano ben 102 nuovi casi.

Esattamente come il 5 marzo, quando il virus era ancora sotto traccia, la gente in Bergamasca usciva e si riuniva nei locali della movida e il governo non aveva ancora deciso di chiudere tutta l’Italia. Il problema è che oggi siamo nella stessa situazione. E se le condizioni non cambiano, il rischio di riprecipitare in una tragedia a quel tempo nemmeno immaginabile, è altissimo, dicono i virologi e gli esperti di statistica più accorti.

Le cifre dell’epidemia preoccupano. E soprattutto dicono che è tutt’altro che passata. Vedremo nei prossimi giorni se il trend al rialzo sarà confermato o meno. Ma è un fatto che migliaia di persone dopo il 18 maggio sono uscite di casa, talvolta affollando gli spazi pubblici anche a Bergamo (leggi anche Pienone a Bergamo Alta e Gori s’arrabbia).

L’assessore regionale alla Sanità Giulio Gallera si è affrettato a precisare che “fra i nuovi positivi registrati oggi in Lombardia, contiamo 108 tamponi riguardanti operatori sanitari e ospiti delle Rsa, un numero più alto rispetto alla stessa casistica degli ultimi giorni”. Ma ciò non toglie che siano contagiosi quanto gli altri.

Fatto sta che Bergamo torna ad essere la provincia lombarda con il maggior incremento di casi. In Bergamasca si contano un altro centinaio di nuovi contagi per un totale di 12.834 ammalati.

Nella vicina Brescia i contagiati superano i 14.417, nel Cremonese siamo a oltre 6300, a Lecco più di 2700 e a Monza oltre 5300. Per non parlare della provincia di Milano dove oggi si registrano 88 nuovi casi (40 in città), per un totale di 22.616 contagiati.

Bergamo contagio

Bergamo, il contagio del 23 maggio 2020

Gli indici, come vedete qui sopra, puntano tutti ancora verso l’alto. In Lombardia i nuovi casi sono 441 per un totale di 86.825. E se il sistema ospedaliero per fortuna adesso regge l’urto, i decessi sono ancora molti, ben 56. Il totale dei morti nelle strutture sanitarie è da ecatombe: 15.840. Senza contare quelli non registrati dalle cifre ufficiali.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *